LA FISIOTERAPIA COME ALLENAMENTO

Posted by CLE user

(tempo di lettura 3 minuti)

FISIOTERAPIA

E’ una parola che adoro perchè da questa professione ne ho fatto una passione prima che un lavoro.

Concettualmente parlando, essa si occupa solo di cura e riabilitazione di pazienti affetti da patologie e disfunzioni, congenite o acquisite, in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale, attraverso interventi di terapia fisica strumentale, manuale, posturale, etc.

A mio avviso non è solo questo.

Io credo che la Fisioterapia si debba preoccupare anche e  sopratutto di

PREVENZIONE

Il Fisioterapista gestisce il paziente nel recupero funzionale per quanto concerne le invalidità e le disabilità motorie, qualunque sia la causa.

Elabora e attua, sotto la propria responsabilità, le valutazioni e le metodologie riabilitative a suo avviso adeguate.

Il Fisioterapista quindi, in fase clinica e post riacutizzazione, utilizza tecniche valutative, tecniche terapeutiche basate sul lavoro manuale, sull’ erogazione di energie e su esercizi attivi o attivo-passivi, con l’obbiettivo del recupero (totale o parziale) delle abilità perdute a causa della patologia o dell’infortunio, facendo tutto ciò che ritiene opportuno, in autonomia o in team con altre figure mediche, paramediche e con professionisti della salute e del benessere come gli Scienze Motorie.

Personalmente , il percorso Fisioterapico lo vedo come un ALLENAMENTO.

Con questo termine intendo un processo fatto di fasi ben precise e definite. Ogni una di queste ha un obbiettivo ben preciso, fatto di adattamento o riadattamento fisiologico ad un movimento o sforzo, al fine di migliorare comunque la prestazione (ovviamente non si parla di prestazione sportiva)

Nell’ambito sportivo per allenamento si intende un processo organizzato, a livello globale, composto di test, esercizi, monitoraggio, ancora test

Mescolando ingredienti di vari campi ( fisiologico, biochimico, anatomico, biomeccanico) nel tempo si è creata una vera

SCIENZA DELL’ALLENAMENTO

Questo perchè entra in gioco il concetto dell’OGGETTIVAZIONE, ovvero momenti di analisi e valutazioni che comprovano che la direzione intrapresa è quella giusta.

Nell’allenamento non si parla di PERCEZIONE.

Si parla di NUMERI

Perchè in fisioterapia non dovrebbe essere cosi?

Per questo motivo credo che anche gli OBBIETTIVI TERAPEUTICI in fisioterapia non debbano passare per un pacchetto predefinito di 10 tecar, 5 laser, e poi vediamo cosa succede………, ma debbano partire da un concetto di ALLENAMENTO, dove la finalità è quella di un recupero non solo locale e limitato al singolo segmento, ma di

RIEQUILIBRIO GLOBALE

dove la VALUTAZIONE, LA FISIOTERAPIA (manuale o strumentale), l’ESERCIZIO ATTIVO, il MONITORAGGIO siano elementi fondamentali di un corretto PROCESSO RIABILITATIVO INDIVIDUALE .

Al riguardo, concludo con una frase che mi piace moltissimo:

CHI NON CAMBIA IDEA, NON CAMBIERA’ MAI NULLA

L’obbiettivo con questo e i prossimi, è di smuovere le coscienze di tutti, anche di noi consulenti, al fine di fare tutto ciò che è in nostro Potere, ognuno per le proprie competenze, per dare ai pazienti ciò che meritano ovvero il benessere.

Scomodando Steve Jobs, mi piace pensare che:
“ La creatività nasce quando la duplice passione per il mondo scientifico e quello umanistico, si fondono in una forte personalità”

 

Buona Fisioterapia

 

DENIS CARUSO

 

Commenti

Lascia un commento