Descrizione

Uno dei generatori per onde d’urto radiali migliori sul mercato, in grado di sviluppare pressioni del colpo fino a 5 bar, sviluppando una densità di energia pari a 0,46 mj/mmq, frequenza del colpo variabile da 1 a 20 Hz.

Dotato di uno degli applicatori più ergonomici in circolazione, è dotato di un esclusivo dispositivo anti-shock che evita le ripercussioni sul polso del terapista dell’energia cinetica creata dal rinculo del colpo applicato

Con l’ampio display touch screen a colori da 5,7″ , l’interfaccia risulta essere semplice immediata e grazie all’enciclopedia terapeutica corredata di immagini fotografiche, il trattamento risulterà semplice ed intuitivo.

Le dimensioni e il peso contenuti, rendono questo generatore facilmente trasportabile

Disponibile un ampio kit di trasmettitori multifocalizzati

Dati tecnici

  • Interfaccia utente: touch screen a colori 5,7″
  • Pressione: regolabile da 1,5 a 5 bar ( a step di 0,1 bar)
  • Frequenza: regolabile da 1 a 20 Hz
  • Modalità di emissione: continua, a singolo impulso, a sequenze programmate
  • Dimensioni: 320 x 190 x 280
  • Peso: 7 Kg
  • Alimentazione: 230V – 50/60 Hz

Recensioni

Tomasotti Giuliano Millenium Medical Brescia

Sono Giuliano Tomasotti, Fisioterapista del Centro MILLENIUM MEDICAL di Via Rieti 4 a Brescia www.medicalfitnessbrescia.it L’onda d’urto Radiale BTL6000 distribuita da CLE ELETTROMEDICALI in fisioterapia fa la differenza. Spalle dolorose da tempo immemore e resistenti a quasi tutto, con uno shock d’urto radiale, che mira a decontratturare le tensioni che fanno risalire la testa dell'omero fuori dal suo centro della glena, sono subito apprezzabili per un ripristino artrocinematico che fa tornare lo slide durante il roll che giustappone in spin il centro di rotazione ad evitare la contusione del tetto acetabolare. Particolrmente efficace risultano anche radializzazioni a bassa frequenza su lesioni teno-periostali del sovraspinato. Tali colpi, se sapientemente portati, provocano microlesioni accelerative per i processi di rigenerazione. Importante è avere sempre una macchina efficiente e fare un ragionamento clinico approfondito prima di “sparare” GIULIANO TOMASOTTI  

Video

Documenti scaricabili